lunedì 27 ottobre 2014

#IlGiovaneFavoloso "…un film di rara bellezza" la recensione di Fulvio Bennati (Benful)

Metti MI PIACE nella nostra pagina Facebook e resta aggiornato sulle principali news dal mondo del cinema, trailer, immagini e curiosità.
SEGUICI SU FACEBOOK: https://www.facebook.com/BoxOfficeBenful
SEGUICI SU TWITTER:  https://twitter.com/BoxOfficeBenful

I primi in italia per le informazioni più complete e gratuite sul box office italiano !!!
INVITA i tuoi amici a mettere mi piace a BoxOfficeBenful:
https://www.facebook.com/BoxOfficeBenful

Il Giovane Favoloso
"…un film di rara bellezza"
visto oggi finalmente la pellicola - presentata in concorso all'ultimo #FestivaldiVenezia, dove incredibile é uscito senza un premio, nonostante l'accoglienza positiva di stampa e soprattutto da parte del pubblico - diretta da #MarioMartone con #ElioGermano che ci erudisce sul maggior poeta dell'Ottocento italiano, #GiacomoLeopardi.
Il film é stupendo, un prodotto di grande #cinema che ha la sua forza maggiore nelle immagini illuminate da una fotografia strepitosa (un plauso al direttore della #fotografia, #RenatoBerta) e curato nei costumi ottocenteschi, i set (la creazione della biblioteca uguale a quella del poeta) le location (dalla natia #Recanati, #Firenze, #Roma e #Napoli) - si vedono tutti gli 8 milioni di euro di costo del film - il tutto orchestrato da un Martone che, in veste anche di sceneggiatore, ci immerge nell'italia vista attraverso la poesia e la filosofia di un uomo, che privato della sua giovinezza "fisica" dalla malattia lo porta a scoprire il bello. 

Martone é talmente delicato con la sua visione, fatta di carrellate e movimenti lenti che accarezza i sentimenti del poeta anche mostrandoci la sua sessualità, il suo amore verso la sua musa (Geltrude) e verso il suo amico - prima con - Pietro Giordani (colui che lo spingerà ad allontanarsi dalla gabbia creata dal padre) e successivamente con Antonio Ranieri.
Il film é carico di #emozioni, impossibile resistere all'addio con gli amati fratelli...la pellicola trasuda #poesia, come il #Vesuvio che vediamo eruttare, Giacomo ormai vicino alla morte per la decadenza fisica, trova ispirazione per la celebre poesia #LaGinestra....le sue parole ci invitano ancora oggi a guardare oltre l'#infinito.
Elio Germano, Michele Riondino sono #superbi nei ruoli rispettivamente di Leopardi e del suo grande amico Ranieri.
Un film che consiglio a tutti di vedere, un film che ci riconcilia con il nostro grande cinema...sofferente come il corpo dell'uomo ma ancora vitale (se vuole) come la mente del poeta, basta trovare l'ispirazione giusta e il coraggio di rischiare.
Fulvio Bennati (Benful).

#01Distibution #IsabellaRagonese, #MassimoPopolizio, #EdoardoNatoli, #AnnaMouglalis, #ValerioBinasco, #PaoloGraziosi


Posta un commento