giovedì 6 febbraio 2014

IL SEGNATO (PARANORMAL ACTIVITY: THE MARKED ONES) la recensione di the Horror Geek

dopo il saltino la recensione del nostro Horror Geek...


SEGUICI SU FACEBOOK 

SEGUICI SU TWITTER  

IL SEGNATO (PARANORMAL ACTIVITY : THE MARKED ONES) 2013 
“E’ ENTRATO DENTRO DI ME…ORA è ANCHE DENTRO DI TE, JESSIE”
Spin Off latino della serie di successo low budget “Paranormal activity”, serie iniziata nel 2007, usando un sistema di sole telecamere e supporti a mano (telefonini come nel caso di THE BAY), le stesse che furono usate per “The Blair Witch Project” (successo anni 90). Il formato tanto odiato dai molti si chiama Lost Footage o Fake Footage, ovvero far credere allo spettatore che quello che si sta vedendo sia un vero documentario. Cosa che per altro a mio giudizio funziona in molte delle volte. Il vedo non vedo fa ( o dovrebbe far) crescere la tensione, è qualcosa che allo spettatore (superata la nausea dei primi 20 minuti causata dallo shakerio della telecamera a mano) permette di entrare nel meccanismo e nella narrazione del film sentendosi protagonista.

Chiaro io sono un amante della serie, serie che si è distinta proprio per il suo formato … però se si è visto il primo film e si è odiato (come a molti è successo) allora questa pellicola è da evitare come la peste. 
Perché? Perché la “zuppa” è la solita…la storia delle streghe californiane continua sotto un “aspetto” più latino. Jessie, Il protagonista, è un ragazzo che si è appena laureato, vive con la nonna, sua madre è morta dandolo alla luce (ah ah ecco l’inghippo) e che ahimè ha già un destino “segnato” sin dalla nascita. Destino che lo accomuna alle ragazzine del prequel (il terzo film) e dei piccoli protagonisti dei capitoli precedenti. Rivelazioni shock e un pizzico di mitologia in più per questo capitolo che salvano la solita minestra e i primi lenti 45 minuti (come negli altri 4). 

Ripeto per chi ama la serie questo è sicuramente meglio del quarto e secondo capitolo ma è peggiore del terzo e del primo che rimangono i più spaventosi. “Il SEGNATO” rimane un capitolo morto e nato li (vedere la conclusione) ma che si collega benissimo ai precedenti offrendo appunto spunti per una qualche spiegazione in più e per arricchire la mitologia della saga. 
Nonostante un divieto americano alto (R) , ma si sa gli americani sono esagerati, il film non ha proprio niente di impressionante … neanche le parolacce che sono a livelli elementari. “Segnato” potrebbe essere il futuro della saga e del formato che rotta verso la fine…come testimoniano gli incassi. Colpa è sicuramente di Hollywood che negli ultimi 8 anni ce lo ha sfornato anche per colazione…saturando il mercato e quindi annoiando il pubblico. Diciamocelo, questi lost/docu/film non sono belli da vedere, la fotografia sparisce, la musica anche, la recitazione pure....(recitazione who?)…insomma non è un bel cinema ma è sicuramente un “modo” diverso che per qualcosa, come ad esempio per questa saga, ha funzionato. All’ orizzonte prossimo si intravede comunque un “PARANORMAL ACTIVITY 5”….
Ripeto il film è carino, per chi ama questo Franchise … per gli altri girare alla larga!!!.
Francesco Falciani



Posta un commento