lunedì 5 agosto 2013

L'EVOCAZIONE / THE CONJURING la recensione di Francesco (Horror Geek), dal 21 Agosto nei cinema italiani.

E' probabilmente il film horror più spaventoso dell'anno (ma ancora non abbiamo visto 'Insidious: Chapter 2') questo 'The Conjuring - l'Evocazione' diretto da James Wan che ha e sta sbancando il mercato Nord Americano, gli incassi a ieri (Domenica 4 Agosto) assegnano oltre $108 milioni (superati già i finali dei vari 'Paranormal Activity' il film di Wan dovrebbe superare anche 'The Grudge' e 'The Ring' e piazzarsi al #5 posto tra gli horror di sempre appena dietro 'The Blair Witch Project'), per noi lo ha già visto il nostro 'Horror Geek' ,Francesco che ci invia da Berlino la sua recensione. Dal 21 Agosto nei cinema italiani.
 
L’ EVOCAZIONE / THE CONJURING
Appena visto in anteprima a Berlino L’EVOCAZIONE / THE CONJURING, che consacra all’olimpo dei maestri dell’horror il già a me caro e amato regista australiano JAMES WAN. Sue le opere di SAW e il bellissimo e ancora non surclassato INSIDIOUS (atteso il secondo capitolo, qui trovate la recensione del primo: http://boxofficebenful.blogspot.it/2013/05/in-attesa-di-conjuring-levocazione-di.html ). THE CONJURING è un film ben fatto, senza cazzate o distrazioni di sceneggiatura, riesce a mescolare la solita storia di case possedute con una magnificenza tale da poter dire che rimarrà nella storia del cinema non solo per gli incassi (al momento a quasi 110 milioni solo sul suolo americano) ma per aver ottenuto una censura alta non per sangue o sesso, ma perché definito “troppo pauroso”…ed è una censura più che meritata. Perché il film è un crescendo di suspance dall’inizio alla fine.
E non vi lascerà andarvene tranquilli a casa, vi seguirà con voi anche nei giorni successivi e soprattutto vi farà compagnia la notte.
Ispirato ad una storia vera quella dei coniugi Warren, Patrick Wilson è Ed e una formidabile bella e brava Vera Farmiga (Bates Motel) è Lorraine Warren, una sorta di cacciatori di fantasmi, un misto tra Indiana Jones e la Turner e Douglas in “all’inseguimento della pietra verde”, che li vede coinvolti nel caso della famiglia Perron.
Classica storia di possessione avvenuta prima della già famosa Amityville, quindi si parla del 1971, e sono gli anni 70 dove la storia di Conjuring è ambientata.
Carolyn Perron interpretata dalla nanetta e bruttina Lili Taylor si trasferisce con tutta la sua numerosa famiglia in questa nuova casa che dalla prima notte mostra di avere qualcosa di segreto… qualcosa che vuole vendetta e che come descriverà poi Lorraine Warren, è piena di Odio. Odio che si manifesterà soprattutto sulla madre della famiglia per ovvi motivi narrativi.
Come dicevo il film non ha niente di nuovo, e volendo è un po troppo “Amityville”. Però ha una struttura quasi perfetta ed è ben raccontato, ben girato e sa come estrapolare le urla e i salti allo spettatore. E soprattutto è ben recitato. Non si può non tifare per Ed e Lorraine, eroi e ghosthunters per eccellenza. La vera e vecchia Warren appare anche nel film…la si può vedere tra il pubblico durante una lezione degli Warren cinematografici.
Sia chiaro non è per me il film più spaventoso di sempre come molti hanno detto - già INSIDIOUS è molto peggio - è però un film che non ti lascia neanche dopo quando sei tornato a casa e senti battere la porta del tuo armadio, o magari ti svegli e sono le 3 e zero sette … oppure hai una bambola che nonostante l’abbia gettata via se ne torna benissimo a casa a maledirti.
Ecco la bambola… dimenticavo. La storia di apertura quella di Annabelle (la bambola) è sicuramente il pezzo più interessante del film, nonché una delle storie più agghiaccianti degli Warren. Già dall’inizio il film parte a mille e sai che sarà un bel film. Finisce con un node su Amityville… e forse troppo e un po’ inutile. La Warner Bros. sapeva di avere un mega franchise tra le mani. Gli Warren hanno un museo con oggetti delle persone che negli anni 70 gli hanno chiamati in “soccorso”. Cose maledette che contengono come la lampada di Aladino il male…sono ancora lì ad aspettare nell’attesa che qualcuno racconti la loro storia o li tocchi… qualcuno come voi ad esempio. Avete bambole o carillon regalati o trovati? Vedete vecchie nascoste negli angoli? Se si chiamate gli Warren loro risolveranno il caso con un bell’esorcismo.
Francesco Falciani

 

Posta un commento