venerdì 24 maggio 2013

FAST & FURIOUS 6 la recensione di Francesco Falciani (Horror Geek)


Ecco la Recensione di 'Fast & Furious 6' curata da Francesco Falciani (Horror Geek), 'Fast6' sta facendo il "botto" d'incassi ovunque dal Regno Unito, all'Italia (http://boxofficebenful.blogspot.it/2013/05/incassi-di-ieri-giovedi-23-maggio-2013.html) e si prepara a vincere il lungo weekend del Memorial Day negli USA sbaragliando la concorrenza...e già aspettiamo il "settimo" firmato James Wan !!!
 
Fast & Furious 6
Sesto appuntamento con la saga di Vin “Toretto” Diesel &Co. Se nel 2001 mi avessero detto che sarei diventato un fan accanito di “Fast & Furious” mi sarei messo a ridere… e invece.. Eccomi qua dopo aver atteso spasmodicamente l’uscita di questo sesto appuntamento con la race car saga piu famosa di tutti i tempi. Va però detto che gli ultimi 3 film e cioè il quarto (Fast & Furious : solo parti originali), il quinto (Fast 5) e questo (Fast & Furious 6) sono nettamente superiori se non proprio un altro mondo rispetto ai primi due. Tralascio il terzo capitolo (Fast & Furious : Tokyo Drift) perché nonostante sia in parte un' “altra” storia è comunque un film ben fatto dall’ambientazione cupa e insolita (tokyo così vicina alla Los Angeles di Blade Runner) e che comunque senza il cast originale mantiene il suo fascino. Il Geek maniacale che è in me, quello che mi paragona a Misery ( Misery non deve morire 1990) è felice di aver constatato, proprio in questo capitolo,che ogni tassello buttato in qua e in la nella saga alla fine torna. Ogni film è FOTTUTAMENTE collegato…e anche questo terzo film ha una collocazione temporale IMPORTANTISSIMA…Voi, miei cari geekini, dovrete aspettare la fine del film e vi garantisco avrete un orgasmo multiplo!!!!
La trama è semplice, il miltare HOBBS (Dwayne Johnson The Rock) ha bisogno di una street gang per sconfiggere un nuovo criminale, ex soldato, qui Luke Evans (bello tenebroso e glaciale), che con la sua squadra tenta di rubare un micro cip (uno di quei micro cip in grado di far funzionare armi per la distruzione di massa…ok qui solita zuppa). Hobbs convince Toretto a collaborare mostrando la foto di Letty (Michelle Rodriguez), ex fiamma di Diesel, e credutasi morta nel 4 capitolo. Da li la corsa inizia, ben 130 minuti di colpi di scena, battute ridicole, risate, macchine tante macchine, botte e cazzotti…espressioni a pesce lesso di Vin Diesel e Gina Corano (bella e tanta, mi farei picchiare anche io da lei) e soprattutto The Rock che sicuramente non ha capito quale cavolo di film stesse girando se “GI-Joe 2” o “Fast & Furious”…un unico personaggio, forse un unico compenso… uniche battute e soprattutto un’unica espressione. FANTASTICO!!!


La Famiglia e tutto ciò che rappresenta è ancora per Don Toretto il nucleo romantico della saga. "Mai voltare le spalle alla famiglia", che sia famiglia di sangue o no...Bel messaggio. Sinceramente una bella cosa che in un film del genere non ti aspetteresti ma che da ancora piu spessore ai personaggi. Di qualsiasi provenienza tu sia, ceto sociale o sesso, la famiglia è Tutto cio che hai, che conta e che troverai sempre.
L’azione fa da padrona e, anche se “l’improbabilità” è ciò che piu fa capolino, questo film rimane ben compatto, buona trama e attori piu che adatti al ruolo…e qui prego i produttori di non buttarci il vecchio Bruce Willis o mi fermo a questo capitolo.
 
Mi va bene farmi "tranSportare" dal cattivo del prossimo numero 7, che dopo i brevi titoli di coda si “presenta” a modo suo. Consiglio a tutti, proprio tutti, bambini, fans della saga e non, gay e etero (Luke Evans vs Paul Walker), teenagers e tardoni di andare a vederlo, perché è Spasso allo stato puro. E dopo la visione mi raccomando di non prendere la macchina, fare un po di drifting andando a 200 all’ora e magari prendere anche un mega multone da 500 euro, perchè di Toretto ce ne è uno solo e solo lui può dire "Correre o Morire"!!!
Francesco Falciani
 
"Voi pensate di aver vinto, ma il vostro codice si basa sulla famiglia...Per questo con me perderete sempre!" - Owen Shaw. (Fast6) 
 

 
Posta un commento