venerdì 29 marzo 2013

La Recensione di Benful: OUTING - Fidanzati per Sbaglio

Seguici anche su Facebook
 

La Recensione: OUTING - Fidanzati per Sbaglio
E' uscito da Giovedì 28 Marzo in circa 140 copie "Outing - Fidanzati per Sbaglio", direte voi è l'ennesima commedia italiana dell'anno ? il solito cinepanettone (qui vestito da colomba pasquale) ?
No, In realtà niente di tutto questo, si tratta di una commedia "scorretta" (forse abbiamo inventato un nuovo genere) che diciamolo subito è al di sopra delle ultime commedie che il cinema italiano ci aveva riservato e che ha provocato una certa stanchezza da parte del pubblico.

Una commedia degli equivoci che strappa tante risate nel pubblico e cerca di affrontare temi come quelli della meritocrazia, una doppia anima che si intuisce subito dal cartello iniziale del film dove si cita Platone (teorizzatore dellla necessità di andare oltre i concetti di maschile e femminile) e Cassano (So' froci, so' problemi loro...).

Il film diretto (scritto e montato) da Matteo Vicino - qui alla sua seconda prova come Regista dopo l'inedito lungometraggio l'acclamato, "Young Europe" (una scena anche in questo film porta all'attenzione del pubblico il tema degli incidenti stradali, "Young" salva vite umane) - si presenta dicevamo come una commedia ma riesce ad affrontare anche temi delicatissimi come il merito, la condizione dei giovani e soprattutto i diritti sulle coppie di fatto, il tutto attraverso un montaggio fresco e veloce (dal respiro europeo) che già dai titoli di testa ci fa subito assaporare che ci troviamo davanti ad un
prodotto inconsueto.





La pellicola è accompagnata da tanta musica (Tiziano Ferro ma anche voci inedite che arricchiscono il soundtrack del film, segnaliamo LE GAL che cantano la canzone che da il titolo al film "Outing") ed annovera un cast di giovani e lanciatissimi attori come Nicolas Vaporidis e Andrea Bosca (è evidente l'amicizia, l'alchimia che scaturisce tra i due in ogni fotogramma della pellicola), Giulia Michelini e dalla sorpresa (la mia preferita, ndr.) Claudia Potenza, tutti sotto l'ala protettrice di Massimo Ghini - qui finalmente libero dai personaggi "macchietta" che si sono susseguiti nei vari cine-panettoni - il suo personaggio, quello del Direttore di PugliaOggi, "salva il film" dall'accusa di usare gli stereotipi classici (tutta la parte del camuffarsi fintamente da omosessuali con trucchi, papillon, maglie a rete, ecc...) sul modo di rappresentare i gay, la normalità di Ghini contrasta con l'ignoranza dei personaggi di Vaporidis e Bosca (un'immagine facile per il grande pubblico quella d'identificare i gay con personaggi sopra le righe con rossetto, ed è proprio nella scena del giudizio della commissione esaminatrice che torna protagonista il rossetto utilizzato questa volta da Ghini per dimostrare la sua assoluta normalità).
Da applauso poi è il "monologo" di Massimo Ghini su i giovani (che vi propongo qui sotto).

Il film non è esente da pecche, i troppi temi trattati dalla meritocrazia, la corruzione, la mafia, i diritti e il disagio dei giovani finiscono per appesantire la parte centrale del film e di affrettarne il finale, lasciando incompiuti alcuni argomenti che avrebbero avuto bisogno di maggior spazio (vedi ad esempio l'interessante personaggio interpretato da una bravissima Giulia Michelini e il suo ricordo sulla giornalista italiana uccisa, Ilaria Alpi) e che i ritmi della commedia non hanno permesso.

Un epilogo a sorpresa (che ricorda vagamente, ma non troppo i lavori di Ferzan Ozpetek) che intendiamoci CI PIACE, implica però alcune lacune sulla sceneggiatura
come l'happy-end sulla denuncia della magistratura sulla tentata truffa.


Nonostante alcune note negative il film Ci Piace è Godibile, Divertentissimo e proprio grazie al sorriso mette in scena temi che difficilmente potrebbero raggiungere un vasto pubblico come quello delle commedie, infine vale la pena ricordare come il film sia stato girato senza un euro di soldi pubblici !!!

Non dimenticate di guardare i divertentissimi
Titoli di Coda...
 
Monologo di Massimo Ghini
" Siamo Tutti Uguali, No !!! A Me Fa Sorridere questo ragionamento sulle Uguaglianze in Italia ! Federico Maretti e Riccardo Terzino sono una Coppia di Fatto ? SI...Si senza Dubbio lo Sono...e per Noi è Importante sapere se vanno a letto o no ? Chi Se Ne Frega !!! Ma Sapete quali sono le nostre Priorità nei confronti dei Giovani ? Giudicarli o Aiutarli...la Verità è che Noi Diamo Solo Finte Opportunità, e l'unica cosa che vogliamo e non realizzare i loro Sogni...e certo ! perchè se riuscissero a farlo...ci spazzerebbero tutti in un pomeriggio...
Outing - Fidanzati per Sbaglio
AL CINEMA

 

Posta un commento