sabato 13 luglio 2013

PACIFIC RIM la Recensione di Francesco (the Horror Geek)

Dopo tanta attesa è uscito, 'Pacific Rim' il kolossal dei mostri diretto da Guillermo Del Toro è nelle nostre sale già da 2 giorni (con 426mila euro incassati, qui i dati italiani: http://boxofficebenful.blogspot.it/2013/07/incassi-di-ieri-venerdi-12-luglio-2013.html ), discreto il debutto americano con circa $14.6 milioni incassati il primo giorno, ecco la recensione curata per BoxOfficeBenful dal nostro 'horror geek'...attenzione contiene alcuni spoiler, prima di lasciarvi alla lettura ricordo a tutti gli eventuali spettatori di rimanere comodamente seduti e di attendere la special bonus-scene dopo i primi titoli di coda di 'Pacific Rim', spettatore avvisato...
 
Pacific Rim
E’ un anno ormai che il web non fa altro che parlare della nuova creatura di Guillermo del Toro. PACIFIC RIM. Sin da Agosto 2012 mese in cui furono fatti vedere al Comic-Con di San Diego i primi screenshot di quello che sarebbe dovuto essere il sogno Orgiastico di Tutti i Nerd e Geek del mondo, ovvero una Battaglia tra Robot giganti e mostri alla Godzilla. Ed infatti il mega e costosissimo Blockbuster (220 milioni di dollari) mantiene le sue aspettative: per chi è nato negli anni 70/80 o per chi ha amato la serie POWER RANGER negli anni 90, Pacific Rim rappresenta “il sogno” che diventa realtà. Il film è tutto quello che un nerd vorrebbe vedere. Un 3D (finalmente) fantastico che ti immerge nel film, mega Robot chiamati Jaegers (dal tedesco, cacciatore) in perfetto stile GUNDAM, e mostri che – Kaijun, dal Giapponese - per super omaggiare quelli che sono i mostri storici, da Godzilla a Gamera…o semplicemente ai mille mostri dei cartoni animati made in japan come JEEG o MADZINGER...perchè sì ogni mostro ha il suo nome proprio e il suo livello di pericolosità, e se non vedrete apparire le scritte con il nome ad ogni loro arrivo è sicuramente per una distrazione di Del Toro.
Raleigh Becket (interpretato da Charlie Hunnam, uno dei protagonisti di Queer As Folk inglese e di SONS OF ANARCHY) perde il fratello durante un combattimento con un Kaijun. I DRIVER e cioè coloro che guidano i mostri pro-resistenza hanno bisogno di un compagno per poter collegare le menti, fondere ricordi e diventare un tutt’uno in lotta. Tutto questo per far capire quanto possa essere stato devastante per il protagonista perdere il fratello “connesso” alla propria mente durante un combattimento. Combattimento come appena detto finito molto male, in quanto il mostro in questione è il primo di una lunga serie ad aver avuto un Upgrade. Ebbene sì pure i mostri si evolvono…elogio in primis che va fatto al regista. Per aver dato un trama spessa, e una mitologia intensa che risultano essere le vere attrattive del film…i Kaijun. Mostri che vengono da un’altra dimensione, che vogliono conquistare la terra, che erano già qui prima dell’uomo, mostri simili a Godzilla ma imparentati con Lovecraft (tanto amato dal regista da rimanerne ossessionato, vedi i tentacoli omnipresenti da Hellboy allo stesso Pacific Rim), mostri distruttori, mostri clonati e con una mente unita l’uno all’altro, proprio come hanno gli stessi driver dei Jaegers.
 Insomma una figata orgiastica… i primi 20 minuti sono da pipì nelle mutande. O per lo meno per un re dei geek come me. Guillermo è stato fantastico nello scavallare tutta la fase iniziale, in quanto non ci si sofferma sull'arrivo del Kaiju, ma si passa velocemente all'arrivo del secondo poi un altro e poi un altro ancora, al passaggio da un livello di pericolosità 1 ad un secondo, poi ad un quarto quando l’umanità è spacciata. Non si è perso 1 ora o tutto il film a vedersi ancora la solita prima invasione o un due ore per capire cosa o da dove il mostro venisse.. Il film parte nei primi 20 minuti come un film già avviato, con una maestosità narrativa da brividi. Della serie “i mostri sono arrivati noi li combattiamo ma qualcosa di molto brutto sta accadendo, il mondo è cambiato…questa è la nostra storia…!!!” Un inchino Signori…questa è nerdità assoluta, e saper fare cinema…e aggiungerei passione!!!
Ma...allora dove il film cede e fa si di non essere un capolavoro?!!! Il film crolla nelle ovvietà narrative. Le solite, quelle che trasformano il film epocale in un film americano a cliché !!! Il generale (Idris Elba) è malato…dopo 5 minuti sai già cosa gli succederà…Ovvio…e la cinese, Rinko Kikuchi (che sta per Rinkoglionita) traumatizzata?…un pacco. Tutti sanno Mai dico Mai mettere una donna alla guida, figuriamoci di un Jaeger.
Infatti un disastro…irrita talmente tanto che durante la visione vorresti vederla schiacciata sotto un mega sederone Kaijun!!! E i dialoghi alla “indipendence day”.. Vogliamo parlarne? Basta dico basta ai discorsi sull'umanità, sulla sopravvivenza, sulla forza dell’essere umano. Essere umano che si dimostra brutto e antipatico anche in un film dove dovrebbe essere unito contro un unico nemico. Anche il bel protagonista…tanto muscoloso e tanto biondo…è un tonno…il suo unico scopo è farsi la cinesina. Ora dico… tuo fratello è morto per colpa tua e continui a fare di testa tua...sbagliando…solo perché devi fare il solito protagonista cazzone che poi alla fine dimostra che fare di testa sua salverà l’umanità!!! Please! Già visto troppe volte.
Beh mi fermo qui…già molti di voi diranno che esagero che è un film di mostri e che stare a parlare di queste cose è irrilevante in un film del genere…ok. Ma queste cose irritanti fanno sì di non trasformare un film così passionalmente curato all’essere a tutti gli effetti un film EPICO.
Perché curare tanto la mitologia e non badare ai personaggi? Tattica? Svista? Casa cinematografica americana? Non so…comunque io ho amato Pacific Rim…e forse una seconda veduta potrei dargliela… meglio di Transformers, meglio molto meglio…però ho comunque amaro in bocca… Non urlerò al “SIIIIIIIIII CAPOLAVORO”! Perché? A voi il dissolvere i dubbi andatelo a vedere e guardatelo in 3D o ve ne pentirete!!!
Francesco Falciani
 

Posta un commento